Alare

Home       Sitemap Contatti

Alare

Alare: Etimologia
alare (verbo) dal francese haler. In marina, compiere una manovra di alaggio. Generalmente, tirare una cima, una corda, un cavo.

alare (sostantivo) dal latino Lār-Lăris, genio tutelare della casa, focolare. Arnese in metallo o pietra per sostenere la legna o lo spiedo nel camino.

alare (aggettivo) da ala. Dell'ala o delle ali, sia di uccelli sia di aeroplani.
Alaggio
L'arte di tirare in secca le navi comporta una serie di equilibrismi e accorgimenti. L'operazione è complessa e delicata; lo scalo di alaggio deve essere ben predisposto. Esso è un piano inclinato verso il mare con una pendenza dal 6 all'8% su una lunghezza di 70/80 metri. La parte superiore è composta da un susseguirsi di tavole trasversali chiamate "parati", dove scorre la nave. Queste parati sono poggiati, bloccati e ben allineati sopra un piano in muratura che arriva da monte sino alla battigia, cioè al mare. Ai bordi e sulle parati sono imbullonati dei losangheroni ben squadrati che limitavano a destra e a sinistra il campo di alaggio della nave.
Apertura Alare
L'apertura alare di un aeroplano è la distanza che separa l'estremità dell'ala destra e l'estremità dell'ala sinistra. Gli aerei con una maggiore apertura alare di solito sono più efficienti perché subiscono una minore resistenza aerodinamica e i vortici che si creano alle estremità alari non influiscono sulla portanza generata dall'ala. Gli aerei con le ali lunghe subiscono però una maggiore forza di inerzia lungo l'asse longitudinale, riducendo la velocità di rollio con conseguente perdità di manovrabilità.


COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI

Siti correlati:

alare.it - Copyright 2008